Fabiano Alborghetti

Fabiano Alborghetti, nato nel 1970, ha scritto di critica, fondato riviste, creato programmi radio, progetti in carceri, scuole e ospedali ed è promotore culturale. Ha pubblicato sei raccolte tra le quali «Maiser», che ha vinto un Premio svizzero di letteratura.

Corpuscoli di Krause
Corpuscoli di Krause
Fabiano Alborghetti
2022, gabriele capelli editore

Un titolo enigmatico quello della nuova raccolta poetica di Fabiano Alborghetti, fresca di pubblicazione da Capelli editore. I corpuscoli di Krause sono recettori sensoriali termici e tattili. Anche in questo libro Alborghetti evidenzia il respiro poematico della sua poesia: i testi, organizzati in sezioni, portano lo sguardo sempre al di fuori dell’autore. Con una scrittura precisa, che spesso si nutre di un lessico settoriale, il poeta ci dice che siamo un unico corpo e che la sofferenza degli altri è la nostra.

«Gridano, non è vero? Ti assediano
nonostante il buio di un cassetto
dove hai riposto voci, visi, le storie consumate

ma irrisolte. Sono immagini del mondo:
quelle atroci ed involute, quelle nere
che fumano di cenere e di corpi

di vuoti impronunciabili. Talvolta
le disponi con un ordine
che assomiglia a una deriva

e non sai, non trovi un senso
e pesano negli occhi, lo so.
Le riponi e ritornano.

Ne ritagli altre dai giornali, altre storie
altre vite. Altre assenze
o geografie, altre grida farsi roche

e talvolta son le tue, dando voce a chi non c’è.»

SA   11:00–11:45
Fabiano Alborghetti
Lettura e discussione
La Couronne